Intervista a Giovanni Pilla, Sales Manager Libellula Italia

Giovanni Pilla ricopre da gennaio 2018 la carica di responsabile commerciale Libellula per il mercato italiano.

Gli abbiamo chiesto di raccontarci la sua esperienza in azienda e notizie sull’andamento del mercato italiano.

Lavorare in Libellula. L’innovazione e il cliente al centro di tutto.

“Ho iniziato la mia collaborazione con Libellula cinque anni fa” – commenta Pilla – “e sono rimasto immediatamente colpito dalla qualità dell’ambiente di lavoro : giovane, informale, dinamico e con un forte orientamento al risultato”.

“In Libellula siamo tutti incentivati, a qualsiasi livello, a dare il meglio di noi, a “pensare differente”  e a proporre soluzioni innovative per lavorare meglio internamente ma, soprattutto, per offrire un servizio migliore ai nostri clienti. Questo avviene anche raccogliendo e trasmettendo costantemente in azienda  suggerimenti e spunti per rendere sempre  più efficace la nostra offerta di prodotti”

“Nella nostra azienda possiamo dire di essere “ossessionati dall’innovazione” – afferma sorridendo Pilla – costantemente pungolati, in questo, dal nostro top management. È una qualità  che ci viene ormai ampiamente riconosciuta dalla clientela e dagli addetti ai lavori del nostro settore, e che è alla base  della nostra crescita continua, in primo luogo in Italia”.

“Il ruolo che ci siamo dati nel mercato è di essere dei veri pionieri, di aprire nuove strade tecnologiche e scoprire nuovi territori di applicazione del nostro eccezionale know-how informatico. Può sembrare ambizioso ma ci piacciono le sfide anche perché, di solito, … le vinciamo tutte (sorride – ndr).

Nel solo 2018 abbiamo piazzato tre lanci fondamentali come NeXting, Optia e JobShop. La concorrenza fatica a starci dietro e, in alcuni casi, l’abbiamo lasciata qualche tornante più sotto, ansimante (sorride ancora – ndr)

 

Libellula nel mercato italiano. L’innovazione paga : Industria 4.0 traina la crescita .

“Arriviamo da un 2017 straordinario e il 2018 si presenta ancora migliore” – annuncia Pilla – “Indubbiamente abbiamo sfruttato, e stiamo sfruttando, in pieno l’effetto degli incentivi fiscali, superammortamento e iperammortamento, previsti per Industria 4.0. Tutto questo non arriva però per caso. Libellula ha saputo anticipare i tempi, grazie ai suoi investimenti in Ricerca & Sviluppo e alla lungimiranza manageriale: oggi buona parte della nostra offerta di soluzioni software ricade in Industria 4.0 ed è soggetta ai benefici fiscali, confermati anche per il 2018. I concorrenti si stanno adeguando,  faticosamente ed in ritardo.”

“Il nuovo JobSHOP,  un ecosistema totalmente integrato e interconnesso, nasce con un DNA 4.0 e lascia sbalorditi i nostri clienti per la capacità di gestire integralmente e in tempo reale il flusso informativo, produttivo e gestionale del taglio lamiera. Il tutto praticamente senza intervento umano. In questo momento JobSHOP è sicuramente il nostro “quick win”  insieme a NeXting, Optia e all’ultimo nato Libellula.CUT 5.0.  

“NeXting è un vero punto di forza  commerciale – aggiunge Pilla –  Un semplice demo fa capire al cliente l’incredibile accuratezza e precisione del nesting, con un conseguente risparmio economico quantificabile fino al 15%! Praticamente si ripaga in un solo mese.

“Optia risolve, con una facilità d’uso e velocità che lasciano a bocca aperta i clienti, uno dei problemi più sentiti: il recupero degli sfridi, fino ad oggi trattati manualmente oppure gettati come cascame.”

“Libellula.CUT 5.0 è la nostra ammiraglia e siamo riusciti, se possibile, ancora a migliorarlo. La nuova funzione di salvataggio della tecnologia prima del nesting, che offre sostanziali risparmi sui tempi del ciclo di taglio, è veramente apprezzata dai clienti in tutti i demo che facciamo”.

“L’impegno per raggiungere questi risultati è stato ed è grande – conclude Pilla –  ma è largamente ripagato dalla fiducia che ogni giorno i nostri clienti ci danno, dall’essere riconosciuti come l’azienda più innovativa, commercialmente più dinamica e più cliente-centrica del settore”

 

Obiettivi per il futuro

 “Continuare a  crescere “a due cifre” e … qualche weekend in più in famiglia” (sorride)

 

 

 

 

 

 

   

 

 

11 giugno 2018